Protesta dei corridori in Belgio

Questa mattina i corridori hanno ritardato la partenza dell’ultima tappa del Giro del Belgio per ribadire la loro preoccupazione per il ripetersi di fatti che mettono a repentaglio la sicurezza dei corridori stessi in corsa.
L’azione simbolica di questa mattina voleva innanzitutto rappresentare un messaggio di sostegno per Stig Broeckx, per la sua famiglia e la sua squadra. Ma voleva anche ribadire in maniera urgente la necessità di adottare misure volte alla salvaguardia della sicurezza.
CPA e AIGCP chiederanno ancora una volta il miglioramento delle norme di sicurezza da parte degli organizzatori delle corse, che siano incluse nel nuovo Cahier de Charges. Per questo CPA e AIGCP organizzeranno al più presto una riunione tra tutte le parti in causa per affrontare e soprattutto risolvere il problema.

comunicato stampa CPA